I Parametri tecnici

I parametri tecnici.

 

Il calcio moderno predilige i parametri atletici e fisici, è un dato di fatto.  Sono aumentate la velocità e la resistenza dei calciatori, in  seguito a un radicale cambiamento di programmazione degli allenamenti e della preparazione fisica, e con il passare del tempo sono diventati fondamentali l’altezza e il peso dei calciatori.

Nonostante questo la tecnica calcistica rimane la capacità più importante .

LA TECNICA DI BASE

Il dilemma irrisolto del settore giovanile è: il bambino a quale età e allenabile?

Come sempre la risposta è nascosta nella domanda , come il 90% delle situazioni calcistiche, infatti nonostante vari studi da parte di varie università e associazioni ognuno da una risposta che a suo parere può sembrare giusta , però ricordiamo che il bambino non nasce con il profilo atletico e fisico perfetto, ma nasce con un profilo menatale garantito dalle capacità coordinative e cognitive ( come visto nello scorso articolo).

Ricordiamo che il bambino alle prime armi non deve assolutamente fare esercizi che non  includano abilità coordinative , per far si che un bambino effettui un corretto gesto tecnico deve essere preparato su tutte le abilità coordinative.

La giusta età per iniziare a parlare di calcio con un bambino , va all’incirca dopo il compimento dell’ottavo anno di età , prima di esso il  bambino non può avere ruoli o regole restrittive che il calcio impone, prima di quella data il bambino deve assolutamente fare esercizi  sulla corsa e sulla coordinazione ,magari abbinata ad un pallone numero 3 con vari ostacoli o staffette ed infine creare un campo ristretto dove il bambino abbia tutta l’attrezzatura adattata alla propria età come : porte più piccole pallone più piccoli e soprattutto un campo più piccolo .

Il periodo di transizione che passa dal primo anno di pulcini fino al 2 anno di esordienti , è il più importante per il futuro del giovane calciatore ,in questo periodo esso ha dei cambiamenti fisici e psicologici non da sottovalutare, in questo periodo inizia a ragionare con il proprio cervello e inizia a prendere decisioni da solo ,inizia a cambiare il proprio fisico quindi potrebbe avere delle difficoltà nel fare un gesto tecnico che prima gli riusciva alla perfezione. Per questo è fondamentale lavorare su aspetti  tecnico-coordinativi e non fissarsi magari su aspetti tattici che ha questa età servono ben poco .

Durante questi anni il giovane calciatore deve iniziare a lavorare sulla ripetizione continua dei gesti tecnici di base , il tecnico in questo caso ha un ruolo fondamentale ( in Italia purtroppo si sottovaluta tanto questa età e ha volte ci si affida una squadra a gente che crede di sapere ma il realtà non sa),  il tecnico a questa età deve sapere oltre all’aspetto tecnico deve lavorare sull’aspetto psicologico-sociale ,deve sapere come programmare gli allenamenti ( giornaliero,settimanale,mensile,bimestrale,semestrale e annuale ) deve porsi degli obbiettivi da far raggiungere alla squadra ma soprattutto deve sapere come fare un gesto tecnico e ancor di più come correggerlo, (mi capita molto spesso di vedere “tecnici” che iniziano un allenamento sulla tecnica e non dicono nemmeno una parola sulla posizione degli arti inferiori e posteriori )

 

Compiuto il 12° anno di età possiamo iniziare a parlare di calcio agonistico.

Quando iniziamo a parlare di calcio agonistico, dobbiamo valutare 7 aspetti tecnici fondamentali del giovane calciatore:

1 Dominio della palla

2 Guida della palla

3 Calcio della palla

4 Colpo di testa

5  Contrasto

6 Rimessa laterale

7 Tecnica del portiere

Soltanto attraverso questi 7 aspetti tecnici si può vedere la predisposizione al calcio da parte del giovane calciatore.

E’ importante avere sempre chiaro che il giovane calciatore non è un calciatore ma soltanto un potenziale calciatore.

 

LA TECNICA APPLICATA

Quando parliamo di tecnica applicata, intendiamo quei movimenti abbinati alla tecnica di base che i giovani calciatori effettuano durante una azione di gioco.

Quindi la tecnica di base diventa tecnica applicata alla scelta del gioco:

  • Ricezione palla ( tutti i tipi di stop)
  • Conduzione della palla (tutti i tipi di controllo in movimento)
  • Trasmissione palla ( tutti i tipi di passaggio )
  • Tiri ( tutti i tipi di tiro)
  • Tecnica del portiere.

 

Il primo punto da osservare di un giovane calciatore è la ricezione palla , all’interno di questa parola ci sono una marea di soluzione : come il controllo orientato , controlla a seguire , controllo a fermare la palla .

Durante la ricezione di palla il giovane calciatore può già decidere dove mandare l’avversario e dove orientarsi con il corpo per effettuare una trasmissione ad un compagno , quindi l’errato controllo della palla può compromettere una azione di gioco oltre che a perdere il pallone .

La ricezione della palla può avvenire con le seguente parti del piede:

-collo del piede

– interno del piede

-interno del collo del piede

– esterno del collo del piede

– pianta del piede

– coscia

-petto

-testa

-addome.

Più aumenta la pressione di avversari più aumenta la difficoltà.

Risulta fondamentale per un corretto gesto tecnico, la posizione del corpo, infatti il giocatore dovrò decidere autonomamente la corretta posizione per ricevere palla tenendo conto dei compagni ,avversari,campo e porta.

Altro fattore importante della tecnica applicata è la conduzione di palla , essa può essere svolta in quattro tipologie:

  • Conduzione di collo piede
  • Conduzione di interno piede
  • Conduzione di esterno piedi
  • Conduzione con la pianta del piede.

Il giovane calciatore dovrà imparare tutti i tipi di conduzione della palla con entrambi i piedi.

Per il calcio moderno, risulta fondamentale avere un ottima linea di passaggi.

Il giovane calciatore dovrà essere in grado di effettuare vari tipi di passaggi , a seconda della situazione di gioco.

  • Passaggio in profondità o verticale , in gergo viene chiamato passaggio lungo , nel quale si divide in passaggio verticale quando intendiamo un passaggio alto oppure filtrante quando parliamo di un passaggio rasoterra.
  • Passaggio filtrante lungo e corto , solitamente è lungo quando esso parte dall’area di rigore o dalla fase difensiva,  corto invece quando fa parte dell’attacco e quindi diventa un assist filtrante al limite dell’area di rigore avversaria.
  • Passaggio indietro : tipico della scuola spagnola ,utilizzato la maggior parte delle volte per scaricare la palla al compagno quando non ci sono possibili alternative.
  • Passaggio in diagonale: è fondamentale una buona capacità tecnica per effettuare un passaggio del genere, esso spesso è usato per creare delle triangolazioni e soprattutto cercare di creare un attacco della profondità con una superiorità numerica.
  • Passaggio incrociato o cambio di gioco: innanzitutto diciamo che per effettuare un cambio di gioco , il giovane calciatore deve essere in possessori una certa forza , quindi parliamo di ragazzi dai 12 anni in su e quindi per poter fare questo gesto tecnico è fondamentale avere forza e precisione, altrimenti si rischia di perdere palla in una zona calda di campo,questo gesto permette di far spostare la palla in aerea da una parte all’altra del campo.

Un altro fattore importante nel calcio , sono i tiri , essi si dividono in :

  • Tiro da fermo
  • Tiro in movimento
  • Tiro di precisione
  • Tiro di potenza
  • Tiro al volo
  • Tiro dalla lunga distanza circa 25 mt
  • Tiro dalla media distanza , circa 15 – 20mt
  • Tiro dalla breve distanza , ( in aerea di rigore).

Solitamente il calciatore dalla lunga distanza tende a tirare di esterno collo, dalla media distanza di collo e dalla breve distanza tende ad usare tutte le parti del piede , a seconda della situazione.

Anche se sembra inutile, la rimessa laterale , deve essere ben allenata.

Per effettuare una corretta rimessa laterale , le mani devono essere entrambi sulla palla ,infatti  la palla  deve essere toccata dai palmi e dalla dita ,quindi la palla deve essere coperta da dietro, fatto ciò bisogna portare la palla dietro la nuca.

Seguiti questi movimenti si  effettua la rimessa laterale senza alzare i piedi ed oltrepassare la linea.

 

 

 

Autore : Chiappini Simone

Abilitazione: UEFA C  (conseguito a Lecce , Italy)

                        United Soccer Coaches Diplome ( conseguito a New York , USA)

I parametri tecnicicropped-download.jpg

 

 

 

Una risposta a "I Parametri tecnici"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: